Archivi categoria: Coeliac Pills

Alleati cercasi

Riporto direttamente quel che ho scritto per un post di prossimissima pubblicazione:

“Young Coeliac, come molti di voi sapranno, è un progetto nato e cresciuto in completa autonomia, senza supporto e senza pretese. Forse questo è uno dei principali punti di forza, sotto certi aspetti. Si accetta tutto, proposte, critiche, suggerimenti, aiuti, e tutto si basa sulla totale sincerità di fondo che caratterizza queste pagine, la pagina facebook, il canale twitter e la gente che vi ruota attorno.

Young Coeliac non ha intenzione di cambiare, ma di crescere, espandersi poco alla volta ma costantemente, mantendo il trend di alti e bassi che è classico in qualsiasi situazione dove tutto ciò che si mette sul tavolo è dato dallo spirito di volontariato. Un cambiamento in meglio in questo senso sarebbe ottenibile solo grazie al vostro supporto, ma questa è un’altra storia.”

L’unica cosa che cambia è che, questa, è esattamente la storia di cui voglio parlare adesso. Non so se, leggendo, qualcuno si sentirà chiamato in causa o avrà voglia di contattarmi, capire meglio, far qualcosa per se stesso e per tutti o meno, ma ci voglio provare lo stesso. Non ha pretese questo progetto, è nato dal nulla e vive di nulla, tentar non nuoce, quindi via!

L’idea è semplice: perché devo essere l’unico ad usufruire di queste pagine, tendenzialmente anche abbastanza seguite ed apprezzate? Sicuramente non sono l’unico ad aver voglia di raccontare, condividere, e portare alla luce la mia esperienza, e l’idea è proprio quella di aprire queste pagine a chiunque. Chiaramente sarà necessario criterio e quant’altro ma non m’importa, al “come” ci penseremo quando e se ci sarà il “personale” (pare una grande azienda detta cosi’), per ora voglio solo buttarmi nell’avventura.

Inzomma, that’s all, avete voglia di raccontare quel che vi accade giorno dopo giorno, inerentemente al mondo gluten free? Anche solo una storia, una recensione ad un locale che avete frequentato, una lamentela, un’esperienza positiva o negativa, una news colossale, qualsiasi cosa è apprezzata da me e sicuramente da mezzo mondo almeno. Il mio contatto è sempre quello/questo.

Vi lascio con la solita bomba irriverente:

A presto,
M.


Follow YC!

Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.


Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

IBF Roma: Birra e celiachia

Conosco Alfonso da pochi mesi, ma quando mi ha contattato per comunicarmi che qualcosa bolliva in pentola e che fremeva dalla voglia di raccontarmi cosa fosse, capii subito che ciò che mi nascondeva m’avrebbe interessato all’ennesima potenza. Abbiamo molti interessi in comune, era facile immaginarlo.

Infatti eccoci qua con la news calda calda: dal 4 al 6 maggio 2012 si svolgerà l’Italian Beer Festival (IBF) a Roma, durante il quale, come solito, sarà possibile iscriversi al alcuni laboratori di degustazione estremamente interessanti. Uno in particolare, quest’anno, per la prima volta in Italia, sarà tenuto appunto dal nostro caro Alfonso del Forno (presidente ADB senza glutine e blogger) e da Paolo Polli (presidente ADB) e sarà totalmente gluten free, con tema principale la celiachia e il mondo della birra ad esso strettamente connesso. Se volete degustare della buona birra senza glutine, guidati dagl’esperti del settore, non potete assolutamente mancare.

Un invito che non avrei mai potuto rifiutare, chiaramente.

Che dire, giusto ieri chiacchierando su twitter è venuta a galla ancora una volta la necessità dilagante di potersi gustare una buona birra ovunque; questo è sicuramente un enorme passo in quella direzione, quindi è il momento di ringraziare Alfonso, che porta la nostra amata birra sotto i riflettori.

Ulteriori info: Associazione Degustatori Birra
Le iscrizioni sono aperte a tutti, affrettatevi che i posti non sono moltissimi!

Alla salute,
M.


Follow YC!

Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.


Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Celiachia a 360°: impressioni

Ho seguito in streaming la diretta di ieri, 31 Marzo, tenutasi dalle 14:00 per quasi 4 ore.

Direi che “molto interessante” è la mia definizione del tutto, anche se mi sarebbe piaciuto partecipare a tutte tre le giornate indistintamente, pur essendo io notevolmente fuori dal settore e probabilmente non in grado di carpire la maggior parte dei discorsi che si sono tenuti.

E’ per questo che ho chiesto ad alcune persone che vi hanno preso parte di scrivere per noi qualcosa, un pensiero, un’impressione, qualche considerazione, magari un breve e semplice resoconto al riguardo. Staremo a vedere nei giorni a venire che cosa riusciremo a tirar fuori.

Per ora, se qualcuno fosse interessato, è possibile rivedere il video della diretta di ieri pomeriggio su questa pagina.

E voi? qualcuno è andato e ha considerazioni interessanti?
Che ci raccontate?

A presto,
M.


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Celiachia a 360° in streaming!


Ci siamo quasi, tra pochi giorni avrà inizio il convegno a Firenze denominato Celiachia a 360°, di cui ho già parlato in questo post.

Per la felicità di grandi e piccini avremo un resoconto delle due giornate da parte di una cara amica di Young Coeliac, io sinceramente non sto più nella pelle dalla curiosità.

Per la giornata di chiusura, ovvero sabato, dalle 14.00 in poi, è previsto un riassunto degli interventi proposto dai relatori principali, in modo che il tutto possa essere comunicato ai numerosi soci che giungeranno da tutta Italia. E’ possibile partecipare a questo momento comodamente dal proprio divano, grazie al servizio di streaming disponibile direttamente sul sito AIC.

Infine, ecco il programma completo per la giornata di sabato:
14.00 - 14.15 Saluti delle Autorità
14.15 – 14.30 Saluti di benvenuto ai Partecipanti:
E. Tosi Presidente Nazionale AIC
A. Pucci Presidente Fondazione Celiachia
14:30 – 15:00 Comunicazione ai soci:
la posizione AIC sulla Gluten Sensitivity
15.00 – 16.00 Illustrazione ai Soci delle novità emerse nel Convegno Scientifico Internazionale:
A. Calabrò, C. Catassi, U. Volta.
16.00 – 18.00
Dibattito dei Soci AIC con gli esperti internazionali -Moderatore:
A. Fasano (Baltimore, USA)

Partecipanti:
A. Calabrò (Firenze), C. Catassi (Ancona – Baltimore, USA), M.Gobbetti (Bari), F. Koning (Leiden, The Netherlands), U. Volta (Bologna)

A presto!


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

2012 mastering: The coeliac condition

Sapevate di questo evento?

Vi piacerebbe ci fosse un canale informativo in realtime, durante l’evento, che fornisse “pillole” e “spunti d’interpretazione” circa gli argomenti che vengono trattati, magari su una apposita pagina su twitter e/o facebook, per poi discuterne tutti assieme?

Che ne pensate?
Se ne parla anche qua!

 
 
 
 

Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Germania: Mc Donald competition

Ci sono cose che mi portano a bloggare nonostante tutto e dopotutto, e questa è una di quelle.

Mc Donalds in Germania ha aperto una “competizione”: i clienti possono scegliere l’hamburger che vorrebbero avere e quello che riceverà più voti verrà prodotto. 

Dei ragazzi del CYE e il gruppo del progetto “A glutenfree Hamburger please” hanno richiesto un “Mc Glutenfree”.
Se vi piace l’idea di avere hamburger senza glutine in Germania quando vi ci recate in viaggio, potete votarlo qui (si può votare anche più volte): 

http://www.mcdonalds.de/mein_burger/index.cfm#/galerie/detail/161826

Dopo la purtroppo delusione dell’iniziativa ‘AIC per il carnevale di Viareggio’ questa, assieme alla notizia del Summer Camp, è una buona occasione per farci sentire. Io in Germania ancora non ci sono stato -e forse non m’ispira neppure tanto-, ma se dovesse capitare.. bè, non sarebbe affatto male!
Votate! 🙂

Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , ,

vodka e mangiammer*a

Ehmehm. Uscita serale in pub casuale con gente inusuale, si finisce inevitabilmente a vaneggiare di telefilm, film nonsense, soprannaturale e.. Gianni Morandi. E il suo strano quanto leggendario vizietto chiaramente.

Quindi dai, rientri a casa, leggi due *cacate* qua e la e incappi in una bellissimo scambio che non posso che riportare:

F: “ieri,un amico del mio ragazzo: te lo devo dire una volta ho asseggiato la pasta di una mia amica celiaca.. la pasta che mangiate voi fa proprio schifo!”.

V: “ragazzi a casa nostra si mangia solo senza glutine nessuno mai ha detto che non era buono anzi il contrario [..] ho notato però che gli unici a dire che non è buono sono quelli che a casa loro mangiano la m*rda e vogliono fare i sofisticati fuori dalle loro mura!”.

Non so quanto questo possa essere vero o meno, bisognerebbe chiederlo direttamente agl’amici del coprofago sopracitato, chissà se ne passa qualcuno di qua e ci vuole benedire dall’alto della sua sofisticataggine!

Abbandonando la schifosissima questione coprofagia, questa sera un mio carissimo amico mi ha regalato un link niente male: “LA SENSUAL, Prima vodka certificata in Italia che non contiene glutine, 100% vodka di mais“. Hanno pure la spiga barrata!

Voglia di bloggare nuovamente terminata, intanto l’altra sera ho sentito la Green’s Discovery e.. niente, non sono un amante delle scure, però assolutamente di classe. Merita!

Cheers.


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

malattia autoimmune vs. intolleranza

Malati, non malati, intolleranti, allergici, celiaci.

Come volete, ma io di sicuro malato non mi ci sento affatto. Molto terapeutico in questo senso il discorso tenuto anche dal prof. Volta (che essendo il mio medico mi sono sentito proiettato nel futuro, visite mediche su skype.. wow) su RAI1 questa mattina. Spero che in molti l’abbiano seguito, e si siano fatti qualche domanda.

Le cose fondamentali?

  • puoi essere celiaco e non saperlo, ma non devi spaventarti
  • un test anticorpi antitransglutaminasi, seguito da una biopsia, risolverà tutti i problemi che in futuro avresti sicuramente avuto, poiché inconsapevolmente transigente
  • l’alimentazione senza glutine non è assolutamente un incubo, solo una questione d’abitudine e lo sarà sempre di più
  • abbiamo dalla nostra parte una fortissima associazione, l’AIC, e le aziende che producono alimenti senza glutine, con controlli dalle materie prime e con laboratori di analisi interni, fino al prodotto finito
  • i celiaci sono un numero altamente superiore rispetto agli intolleranti ai latticini e quant’altro, per questo veniamo sovvenzionati
  • la maggior parte dei celiaci non hanno reazioni in seguito a contaminazione, da un lato la cosa ci tranquillizza, dall’altro la diligenza è fondamentale poiché questo non giochi a nostro sfavore
  • l’alimentazione gluten free porta ad una maggiore assunzione di grassi, bisogna saper SOSTITUIRE i prodotti con glutine con valide alternative senza glutine, non semplicemente ripiegare su altro

Aggiungo io:

  • i celiaci, anche grazie all’aiuto dell’associazione ma non solo, stanno (stiamo) ottenendo molto in quanto ad alimentazione fuori casa, aperitivi, colazioni, cene e quant’altro, andando a soddisfare il bisogno di giovani e non anche fuori le mura di casa
  • noi siamo i fan numero uno di noi stessi e dobbiamo desiderare il meglio per noi, soprattutto quando si parla di salute: non fidiamoci di quel che ci viene detto o non detto, dobbiamo essere noi ad andare alla fonte e interessarci
  • vogliate bene ai vostri figli, fategli fare l’analisi fin da bambini, esperienza personale: si vive meglio scoprendolo da piccoli, ed è un’esperienza fortemente fortificante (pardon, gioco di parole)

Non sono un medico, le mie parole non sono e non saranno mai la bibbia, ma spero a differenza dei medici di poter essere più vicino a voi di quanto non possa fare chiunque altro e spero che questo possa fare la differenza. Nessuno mi dice cosa dire, quel che dico lo penso davvero, dopo 17 anni di celiachia senza mai una briciola di glutine, attenzione e consapevolezza. E mi sento bene, ma molto bene.

E considero fortemente sciocco, oltre a non capire il masochismo, chi sa perfettamente d’essere celiaco, probabilmente s’è anche fatto una passeggiata su internet alla ricerca delle conseguenze della celiachia non curata e nonostante tutto continua a concedersi qualcosa ogni tanto -o ogni sempre-. Vogliatevi bene, a me non frega niente, a voi dovrebbe.

Just think. E’ sempre un buon momento per iniziare a farlo.

(odio spammare e oggi probabilmente sarà l’ultima volta, è importante e mi sento in dovere di farlo, seguite youngcoeliac su facebook e/o su twitter per rimanere aggiornati!)


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

Rai3: Fuori TG a tema celiachia

E’ facile essere fraintesi, soprattutto quando si parla di argomenti quanto mai complessi e articolati quali intolleranze, malattie e altri a carattere puramente tecnico-specifico, come per esempio la celiachia. Lo è anche per chi è medico, soprattutto se pieno di se è -seppur involontariamente- abusante della propria posizione.

Non conosco il professor Italo de Vitis, ma parteciperà al Fuori TG a tema celiachia su Rai3 nazionale, che vedrà anche in collegamento da genova la nostra dir. gen. Caterina Pilo, dalle 12.25 alle 12.50 mercoledi’ 7 dicembre (DOMANI!).

Le questioni affrontate saranno a carattere sociale e medico, focalizzando sulla portata del fenomeno e sui problemi incontrati da persone che soffrono di celiachia e dai loro famigliari.

Io ne consiglio la visione, a presto.


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

linea verde e paperissima

Cosa hanno a che fare l’uno con l’altro? Niente, semplicemente non avevo voglia di stare a pensare ad un titolo serio. Sono successe un miliardino di cose in questo wend. Anzitutto è arrivato CN (Celiachia Notizie) e ha portato con se non poche ventate d’aria buona!

Nella sezione Emilia-Romagna (di CN regioni), per Ravenna, spicca l’articolo “Anche noi alla Festa della birra” che ho provveduto a scrivere qualche tempo fa, e la foto (allegriaaa) di noi volontari allo stand di Granarolo Faentino. Trovare il tutto a p26 e rilancio il grido per il prossimo anno: questa cosa deve spargersi a macchia d’olio!

Su CN nazionale si puo’ trovare l’articolo -molto bello- sul progetto Empowerment tenutosi a Bologna attorno al 15 settembre scorso. La foto con tutti i presenti, con la maglietta ‘omologazione’ mi fa sorridere non poco. E’ davvero forte, anche se questa -con noi giovincelli- vince su tutte:

L’altra cosa che mi carica moltissimo è il carnevale di Viareggio, spero proprio di riuscire ad andare. Sarà una stupenda occasione per legare, confrontarsi e divertirsi! Lo trovate a p40 di CN, con la proposta Toscana per l’evento. Posti limitatissimi e termini dell’offerta purtroppo non del tutto chiari.

Avrei un sacco di newz culinarie, tra cui la ricetta della sacher che abbiamo fatto ieri e quant’altro, ma zero voglia. C’è paperissima ora! Vi lascio con questo video di linea verde, su cui qualcuno sta discutendo al momento per via di quel che accade a minuto 41:40, buona visione.


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,