Archivi tag: benessere

Tutto si trasforma, in un libro, in un blog, in twit.

Tutto serve, la filosofia, saper cucinare, soffrire di intolleranze alimentari. Tutto si trasforma, in un libro, in un blog, in twit. Perchè possa essere utile.

@cucinax2senza

Liberamente preso dalla bio di Irene Binaghi, perché le cose belle vanno portate alla luce.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Sondaggio celiachia in 60 secondi: aiuta la ricerca, aiuta te stesso


Le cose belle non saltano fuori dal nulla ma dalla ricerca costante di volontari, e io sono uno di quelli che si smazza l’anima per far si che le cose belle siano all’ordine del giorno. Pero’, mi serve il vostro aiuto.

Prendetela come fosse una canna e state alla legge del mercato universale: fatela girare 🙂



Le cose belle non saltano fuori dal nulla ma dalla ricerca costante di volontari, e io sono uno di quelli che si smazza l’anima per far si che le cose belle siano all’ordine del giorno. Pero’, mi serve il vostro aiuto.

Prendetela come fosse una canna e state alla legge del mercato universale: fatela girare 🙂

Grazie,
M.


Follow YC!

Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.


Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , ,

Alleati cercasi

Riporto direttamente quel che ho scritto per un post di prossimissima pubblicazione:

“Young Coeliac, come molti di voi sapranno, è un progetto nato e cresciuto in completa autonomia, senza supporto e senza pretese. Forse questo è uno dei principali punti di forza, sotto certi aspetti. Si accetta tutto, proposte, critiche, suggerimenti, aiuti, e tutto si basa sulla totale sincerità di fondo che caratterizza queste pagine, la pagina facebook, il canale twitter e la gente che vi ruota attorno.

Young Coeliac non ha intenzione di cambiare, ma di crescere, espandersi poco alla volta ma costantemente, mantendo il trend di alti e bassi che è classico in qualsiasi situazione dove tutto ciò che si mette sul tavolo è dato dallo spirito di volontariato. Un cambiamento in meglio in questo senso sarebbe ottenibile solo grazie al vostro supporto, ma questa è un’altra storia.”

L’unica cosa che cambia è che, questa, è esattamente la storia di cui voglio parlare adesso. Non so se, leggendo, qualcuno si sentirà chiamato in causa o avrà voglia di contattarmi, capire meglio, far qualcosa per se stesso e per tutti o meno, ma ci voglio provare lo stesso. Non ha pretese questo progetto, è nato dal nulla e vive di nulla, tentar non nuoce, quindi via!

L’idea è semplice: perché devo essere l’unico ad usufruire di queste pagine, tendenzialmente anche abbastanza seguite ed apprezzate? Sicuramente non sono l’unico ad aver voglia di raccontare, condividere, e portare alla luce la mia esperienza, e l’idea è proprio quella di aprire queste pagine a chiunque. Chiaramente sarà necessario criterio e quant’altro ma non m’importa, al “come” ci penseremo quando e se ci sarà il “personale” (pare una grande azienda detta cosi’), per ora voglio solo buttarmi nell’avventura.

Inzomma, that’s all, avete voglia di raccontare quel che vi accade giorno dopo giorno, inerentemente al mondo gluten free? Anche solo una storia, una recensione ad un locale che avete frequentato, una lamentela, un’esperienza positiva o negativa, una news colossale, qualsiasi cosa è apprezzata da me e sicuramente da mezzo mondo almeno. Il mio contatto è sempre quello/questo.

Vi lascio con la solita bomba irriverente:

A presto,
M.


Follow YC!

Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.


Contrassegnato da tag , , , , , , , ,

Celiachia a 360°: impressioni

Ho seguito in streaming la diretta di ieri, 31 Marzo, tenutasi dalle 14:00 per quasi 4 ore.

Direi che “molto interessante” è la mia definizione del tutto, anche se mi sarebbe piaciuto partecipare a tutte tre le giornate indistintamente, pur essendo io notevolmente fuori dal settore e probabilmente non in grado di carpire la maggior parte dei discorsi che si sono tenuti.

E’ per questo che ho chiesto ad alcune persone che vi hanno preso parte di scrivere per noi qualcosa, un pensiero, un’impressione, qualche considerazione, magari un breve e semplice resoconto al riguardo. Staremo a vedere nei giorni a venire che cosa riusciremo a tirar fuori.

Per ora, se qualcuno fosse interessato, è possibile rivedere il video della diretta di ieri pomeriggio su questa pagina.

E voi? qualcuno è andato e ha considerazioni interessanti?
Che ci raccontate?

A presto,
M.


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Web for all

Ieri si è conclusa la due giorni di “web for all”, l’evento che vede web developers, grafici e creativi uniti nel tentativo di donare un prodotto web di professionale fattanza ad alcune noprofit del panorama italiano.

L’evento si è tenuto a Bologna nelle giornate di sabato e domenica, dove professionisti e non hanno potuto mettere a disposizione tempo e conoscenze a favore dell’iniziativa che, come prima volta, ha superato le aspettative.

Tutte le informazioni sull’evento sono reperibili a partire dalla pagina ufficiale, a breve verranno pubblicati i progetti realizzati.

Cosa c’entra con la celiachia?
Odio la monotonia e la monotematicità, le noprofit sono da supportare tutte in egual maniera a seconda del tempo che possiamo umanamente dedicarvi. L’evento vedeva solide basi, professionisti del settore e voglia di far bene dal profondo del cuore per cercare, senza troppe pretese, di far partire una macchina perfetta d’aiuto sociale, umanitario e personale.

Sicuramente, aldilà di tutto, un’ottima occasione, anche per noi developer, di incontro e scambio sia culturale che multimediale.

Ho avuto modo di venire a contatto con Franco Bernagozzi, referente per l’associazione UIMdV (Unione Italiana Mutilati della Voce), per la quale abbiamo prodotto il nuovo portale web -disponibile a breve- fornendo nuovo logo, nuovo layout, nuove modalità di accesso e fruibilità del servizio adatte alle loro competenze. Non ci resta che attende il loro -speriamopositivo- feedback e sorridere, sperando di strappare un sorriso anche a loro e di far capire a tutti come il lavoro di poche persone possa valere davvero molto, nonostante il contesto poco pretenzioso e molto poco dispendioso sia pecuniariamente che in termini d’energia.

Un’azione di volontariato come questa vale davvero molto e mi riempie il cuore di gioia e, con queste parole, sono sicuro di parlare a nome di tutto il Twitter-team (Mirco Babini (sonoio!) & Federica Ventura & Matteo Rosati) e di tutti coloro che hanno preso parte a questa prima istanza dell’evento.

A presto,
M.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Intervista a Kuaska sulla birra senza glutine

Il nostro carissimo amico Alfonso ci ha recentemente portato una testimonianza importante per il mondo gluten free, ossia l’intervista a Lorenzo Dabove, in arte Kuaska, ottenuta il mese scorso durante il salone internazionale dedicato al mondo della birra tenutosi a Rimini.

Sul suo blog, nonsologlutine.it, potete trovare l’intervista completa e un paio di scatti, uno dei quali è qui riportato:
Kuaska, Alfonso

Grazie di cuore Alfonso,
M.


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

La celiachia non ammette ignoranza!


Produzione: J. Cavallo
Regia : C. Benaglio
Fotografia: G. Rebuzzi
Interpreti : H. Pacton – A. Auriemma – A. Ferrari – A. Ferrara – S. Bulgarini –
M. Sarasini – D. Chiodi – G. Benaglio
Assistente: G. Tralli
Fonico: M. Porzio


Follow YC!
Young Coeliac è anche su facebook e twitter. Insomma, dove sei tu, c’è lui.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,